Buoni consigli

Occhio alla bufala! (Su Facebook)

Poichè ormai la tendenza è quella di fare a gara a chi è più “social”, quest’oggi dedico un piccolo spunto di approfondimento sul re dei social network, Facebook.

Come avrete visto, già da qualche tempo sulle bacheche di amici, familiari e conoscenti è comparso a tratti un fantomatico invito ad aggiungere a Facebook il pulsante “non mi piace”, che ci suggeriva di cliccare per avviare l’installazione di un componente aggiuntivo.

Ebbene, non fatelo! Vi rimando a questo link per saperne di più, e con l’occasione desidero dare a tutti un buon consiglio.

Se proprio vogliamo usufruire del pulsante “non mi piace” per indicare il nostro disaccordo in merito ad un argomento di discussione o ad un’immagine, l’unico sistema esente da virus e spiacevoli sorprese è quello di utilizzare come browser Firefox, Chrome o Safari e scaricare da questo sito un plug-in che consentirà di personalizzare la propria interfaccia di accesso al social network, agendo ad esempio sul tema grafico, scegliendo un’immagine di sfondo per la pagina principale e molto altro.

Occhio quindi, perchè anche in rete (ma già lo sapete, ne voglio essere convinto) non è tutto oro ciò che luccica!

Il mio sguardo sull'IT

Ho qualche dubbio che tutto finisca in una nuvola…

Tra le novità informatiche del momento possiamo annoverare a pieno titolo il cloud computing, quell’insieme cioè di tecnologie che consentono di spostare il grosso della nostra operatività al computer direttamente su internet, di fatto consentendo l’accesso ai nostri dati e ai nostri programmi preferiti semplicemente mediante un pc connesso alla rete.

Computer con la testa tra le nuvoleUna prima risposta concreta l’ha fornita Google, in partnership con alcuni marchi noti come Samsung, fornendo l’ambiente operativo completo Chrome per consentire un rapido avvio del computer e l’utilizzo di applicazioni “cloud”. Al di là però del successo commerciale che questa tecnologia potrà avere, nel proporre qui una semplice analisi priva di tecnicismi mi sembra opportuno valutare anche questi aspetti:

  • anche se i server che ospiteranno le nostre risorse saranno più che sicuri, vorremo davvero collocare una romantica lettera scritta all’amata in ambiente cloud o preferiremo conservarla con i tradizionali sistemi di memorizzazione? Stessa cosa dicasi ovviamente per documenti meno prosaici, come relazioni o files legati alla contabilità ad esempio;
  • riuscirà ad essere colmato in maniera soddisfacente il cosiddetto digital divide (divario digitale) così da consentirci praticamente in tutte le località, anche quelle meno urbanizzate, di fruire dei nostri servizi online senza che la qualità di tali servizi decada o sia oggetto di rallentamenti?
Personalmente attenderò sviluppi prima di affrontare in maniera convinta questa interessante soluzione tecnologica, pur apprezzandone anche i lati positivi (comoda e rapida sincronizzazione dei nostri dati e risparmio per le aziende nell’utilizzo degli strumenti a loro necessari) e per il momento mi limito ad osservare l’immagine a corredo di questo mio post, pensando al cloud come ad una nuvola sulla quale possano galleggiare più o meno convinti i nostri affezionati pc.
di Andrea Cartotto
     Trainer Andrea
Buoni consigli

Anche l’ergonomia al pc può diventare un cartoon!

Vi suggerisco di dare un’occhiata a questo simpatico video pubblicato su You Tube direttamente da Vodafone che fornisce alcuni consigli in materia di corretta postura durante l’uso del pc, per una perfetta ergonomia e rilassatezza del nostro corpo. Alzi la mano chi non si riconosce in almeno qualcuno dei comportamenti presentati in questo simpatico cartone… 🙂

Pillole

Genesi di un blog

Questo blog, in costruzione, nasce dal desiderio di inserire anche sul web una parte delle skills e delle competenze  acquisite durante la mia esperienza professionale.
L’essere in formazione costante, spinto dalla passione per l’informatica e le nuove tecnologie oltre che per la divulgazione informatica mi sprona ad essere sempre un attento osservatore del mondo IT, oltre a voler svolgere al meglio la stimolante professione del Formatore informatico e del consulente.